STORIE DAL CAMPO – empowerment delle donne | Oxfam

Le ambizioni di Maram, insegnante non vedente di linguaggio braille

Giordania - Non vedente sin dalla nascita, Maram Al Zidaneen ha iniziato la sua avventura scolastica da persona con bisogni speciali quando, da bambina, ha frequentato una scuola speciale per non vedenti a Amman, capitale della Giordania. Trasferitasi poi nel Sud del Paese, nel governatorato di Ma'an, si è ritrovata ad essere l'unica allieva cieca nella piccola scuola pubblica che, in un primo momento, ha respinto la sua domanda di ammissione. "Le persone pensano che i ciechi imparino lentamente", ha raccontato Maram, che tuttavia ha avuto la fortuna di incontrare un preside lungimirante: dopo averla incontrata e aver compreso come Maram fosse completamente indipendente e capace di seguire un percorso scolastico come gli altri alunni, ha aperto alla bambina le porte della scuola.

“Essere non vedente non mi ha mai impedito di raggiungere risultati”, afferma Maram, ora diciannovenne. “Scrivo poesie, seguo molti corsi di formazione. Mi sono diplomata al liceo e ora sto frequentando il corso di laurea in Relazioni Internazionali e Studi Strategici, tra l’altro con il massimo dei voti". Grazie al partner di Oxfam in Giordania, l’Associazione Al Anwar, Manar ha anche frequentato corsi di alfabetizzazione finanziaria, formazione professionale e training volti all’acquisizione di competenze trasversali. "Questi corsi di formazione mi hanno aiutato a espandere il mio curriculum e sono certa che mi aiuteranno a sviluppare iniziative o progetti futuri". Come se gli straordinari risultati accademici non fossero sufficienti, Maram ha anche iniziato a offrire corsi di alfabetizzazione di linguaggio braille, ed è impegnata con vari enti di beneficenza per i non vedenti, con l'obiettivo di promuovere l'importanza di una migliore integrazione dei bambini non vedenti nelle scuole perché possano essere ben integrati nella comunità e vivere una vita piena e gratificante.

 

SCOPRI IL PROGETTO WEE.CAN! >


Maram Al Zidaneen, beneficiaria del progetto Oxfam WEE.CAN!

Posted in fotostoria.