Iraq. AICS e UPP a fianco della popolazione di Mosul e Ninive

 

Al via la terza fase del programma “Salamtak”, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) e implementato da Un Ponte Per (UPP) per garantire accesso ai servizi di salute mentale, supporto psicosociale e salute materno-infantile alle famiglie e alle donne della Piana di Ninive.

Erbil, 25 marzo 2021 – Al via la III fase di “Salamtak” (La tua salute), programma di salute mentale, supporto psicosociale e materno-infantile finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) e implementato dalla Ong italiana Un Ponte Per (UPP), lanciato nel 2018 per rispondere alle esigenze della popolazione irachena della Piana di Ninive e in particolare della città di Mosul, in Iraq.

L’obiettivo del lavoro di questi anni è stato garantire l’accesso al sistema sanitario, tutelare la salute mentale e riproduttiva delle famiglie e delle donne irachene nell’area occupata a lungo da Daesh (Stato Islamico) e ancora oggi alle prese con un lento e complesso processo di ricostruzione e ritorno alla normalità.
Tra novembre 2019 e dicembre 2020, grazie alla II fase del progetto, 3012 donne e ragazze hanno avuto accesso ai servizi offerti, con ben 1938 sessioni di supporto psicosociale e 6290 persone complessivamente raggiunte dalle nostre campagne di sensibilizzazione.

Fine specifico di questa terza fase sarà migliorare ulteriormente l’accesso ai servizi sanitari primari e secondari per le comunità dell’area, continuando a sostenere il sistema sanitario nazionale nell’ottica di rafforzarlo.

In particolare l’intervento si concentrerà nella città di Mosul, dove sarà costruito un reparto per i servizi di salute mentale e supporto psicosociale all’interno dell’ospedale Al Salam (Mosul Est), e nei Centri di salute primaria di Hermat e Nimrod, dove saranno garantite visite ginecologiche e servizi di salute mentale per le donne. Inoltre proseguirà il sostegno che AICS e UPP garantiscono ormai da anni al Centro di salute polifunzionale “Ma’an Na’ud di Bashiqa, dove ai servizi di salute riproduttiva già garantiti verranno aggiunti quest’anno specifici servizi pediatrici, come richiesto dalla popolazione.

L’intervento, della durata di 10 mesi, prevede di raggiungere un totale di oltre 7.760 persone. Tra queste, quasi 3.000 donne e adolescenti che avranno accesso a servizi di salute riproduttiva e specifiche consulenze pediatriche per i propri figli. Saranno inoltre garantite oltre 1.200 sessioni di supporto psicosociale avanzato individuale e collettivo.

“Salamtak III” si inserisce in un più vasto quadro di interventi che UPP, grazie al prezioso sostegno di AICS, porta avanti in Iraq, ed in particolare nella Piana di Ninive e a Mosul, sin dall’inizio dell’emergenza umanitaria del 2014.

 

Posted in .